|filosofia|il caffè |confezioni|novità|e-shop|contatti||||||

                                                             

 

 

 caffè alla napoletana

 caffè alla moka

 caffè espresso

 indietro

 

  E' il caffè Italiano al bar per eccellenza, famoso ed apprezzato in tutto il mondo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                       

   

l'idea nacque a Torino dove i visitatori della Esposizione Generale del 1884, si videro servire per la prima volta un caffè fatto all' istante da una strana macchina brevettata da un certo Angelo Moriondo.

Solo a partire dal 1905 con la produzione in serie di una macchina più funzionale, ad opera di Angelo Pavoni in una piccola officina di Milano, i gestori delle allora mescite si accorsero dell'enorme potenziale di questo sistema.

 

"Espresso" cioè veloce, non ha mai voluto essere la caratteristica principale  di questa preparazione, ma una conseguenza.

Il caffè che si ottiene con questo processo sostanzialmente violento è altamente concentrato, dove profumi e aromi estratti di colpo vanno ad addensarsi nella parte cremosa color nocciola cha si forma sull' infuso a fine uscita.

 

Ottenere un buon Espresso e soltanto apparentemente facile e    veloce, in realtà è una complessa orchestrazione.                   Pressione, temperatura, macchina, frequenza di utilizzo,  serpentine, filtri, guarnizioni in gomma e sopratutto una costante e approfondita pulizia delle parti che, se non curate, trasmettono nell'urto con la polvere odori e sapori davvero poco gradevoli.

Si dice infatti che un  Espresso "bruciato" è una cosa che può rovinare l'intera la giornata.

Quando tutto è davvero a posto, Dalmedio propone il più classico degli Espressi Italiani con poche infallibili regole:

  • utilizzare una tazzina spessa e molto calda

  • 7 grammi di Dalmedio macinato Espresso

  • temperatura dell'acqua a 90° centigradi (± max 2°)

  • pressione della caldaia*: 0,95 bar (± max 0,05)

  • pressione della pompa**: 9 Bar (± max 0,5)

  • estrarre in tazza 1,5 massimo 1,8 cl in 25 secondi

  • altezza della crema di 2-3 mm

Espresso servito! .....e quando lo si prova così non ci si accontenta più.



  *
Pressione della caldaia: può variare tra 0,9 e 1,1 bar; tra 0,9 e 1,0 per macchine che durante l’utilizzo eroghino relativamente pochi caffè, tra 1,0 e 1,1 nel caso di macchine che lavorano molto (più di 50 caffè/ora) e utilizzino acqua di caldaia per cappuccini e tea. La pressione della caldaia è direttamente proporzionale alla temperatura raggiunta.

 **
Pressione della pompa: la levetta di manometro, durante l’estrazione del caffè, deve trovarsi nella zona verde, compresa tra 8 e 10 bar (pressione corretta 9 bar) All’aumentare della pressione di pompa aumenta velocità di erogazione, e deve diminuire il tempo di estrazione del caffè.

 

         

        

Dalmedio ® è un marchio di Meridianosedici Dtl GmbH - Berlin | tutti i diritti riservati |